Anello Monte Tambura

Da Vagli Sotto (600m) il percorso sale al paese di Vagli Sopra e da qui, seguendo la vecchia mulattiera (segnavia 177), si inerpica fino a raggiungere Campocatino (1000m). Seguendo lo stesso segnavia 177, il sentiero sale aggirando il Monte Roccandagia sul suo versante occidentale, verso il Passo della Tombaccia.

Oasi di Campocatino
Dal Passo della Tombaccia

Il paesaggio ha un repentino cambiamento; arido e lunare, ora, mostra uno degli aspetti più caratteristici ed imponenti del fenomeno carsico di superficie in Apuane. Le doline della Carcaraia sono ondulate depressioni che bisogna affrontare con una certa cautela. Giunti al Passo della Focolaccia, l’incontro  con l’attività economica più rilevante delle Apuane può essere scioccante. Le cave di marmo hanno intagliato lo spartiacque della catena, le strade di arroccamento e i ravaneti aprono bianche ferite sui fianchi della montagna. Bisogna prestare molta attenzione alla segnaletica che spesso viene rimossa dall’attività di escavazione.

Carcarraia
Passo della Focolaccia

Si svolta quindi verso sinistra salendo lungo la cresta per il sentiero 148 che in breve tempo conduce alla sommità del Monte Tambura (1895 metri).
Goduto il panorama dalla cima si prosegue verso SE per il Passo della Tambura, dove si incrocia la antica Via Vandelli (segnavia 35).

Monte Tambura
Dal Passo della Tambura

Svoltando a sinistra si discende il versante della Garfagnana e giunti ad una cava si prosegue verso destra per il sentiero 35, da dove in breve si incontra il sentiero GT che conduce verso la Valle di Arnetola e Vagli Sopra.

Segnavia sentiero 35 scendendo verso Vagli
Valle di Arnetola

Una volta scesi alla cava è anche possibile per raggiungere Vagli Sopra svoltare a sinistra seguendo il sentiero 147. Dopo un brevissimo tratto attrezzato, con circa un’ora e mezza di cammino si giunge a Campocatino, da dove svoltando a destra tenendo il sentiero 177 si scende in direzione Vagli Sopra.

Tempo di percorrenza: 8 ore

Difficoltà: EE